Chi Siamo
Vai alla Home Page
Repertorio
Photo Album
Libro degli Ospiti
Contatti
Links

Batucada

La Batucada - conosciuta anche con il nome di Batuque o Tambor de Crioula nel Maranhao - è un ritmo e una danza dalle origini africane. Il Batuque de Roda, in particolare, era conosciuto dagli angolani e dai congolesi: costoro formavano un cerchio e, al centro, danzava un cantastorie, il quale chiamava il sostituto con la umbigada (altro ballo africano i cui partecipanti si muovevano con l'ombelico scoperto). Gli strumenti musicali utilizzati erano gli atabaques accompagnati dal battito delle mani e il ritmo era molto somigliante al Cucumbi del Congo, sebbene s'ipotizzi che la batucada originale sia stata importata in Brasile dai capoverdiani con il Batuque de Cabo Verde. Alcuni ricercatori ritengono che la batucada sia la parte profana della religione Batuque e del Candomblé, altri affermano che le due parole in realtà siano dei sinonimi. Circa il ritmo, non ci sono dubbi che derivi dal Candomblé, mentre gli strumenti erano in parte oriundi dell'Africa, in parte improvvisati con utensili domestici come piatti, padelle, coltelli, accompagnati da chitarra, cavaquinho, chocalho e pandeiro. In casi estremi, i musicisti batucavano sul tavolo, con bottiglie, bicchieri, scatole di fiammiferi e taglieri, dando vita alla batucada de mesa. Molti artisti famosi (come Cartola, Noel Rosa, Germano Mathias, Moreira da Silva, Adoniran Barbosa, Miriam Batucada), affascinati dal suono, introdussero il pacchetto dei fiammiferi nei propri ritmi. La batucada, inoltre, può essere eseguita utilizzando anche dei fusti di latta di qualunque dimensione (batuque de lata).

Le figure ritmiche

La struttura tipica

 

Gli strumenti

TAMBOR: è uno strumento largo e profondo il cui suono grave produce i contro-bassi e garantisce la struttura ritmica della batucada. Fatto generalmente in metallo, le sue pelli possono essere naturali o sintetiche. Ci sono tambores di diverse dimensioni (da 16 a 26 pollici di diametro).

REPINIQUE: è uno strumento dal suolo nitido per l'accompagnamento, circa tre volte più piccolo del tambor. Viene anche utilizzato nei fraseados (inizi delle batucadas). Fabbricato in metallo con membrane sintetiche.

CAIXA: la caixa o tarol un rullante, un piccolo tamburo come quello che si trova nelle batterie rock. Nel complesso, al contrario del rullante, il suo timbro viene generalmente ottenuto con un semplice filo d'acciaio fissato da un lato all'altro della membrana che viene suonata. La caixa serve anche come accompagnamento ritmico, garantendone la continuità ritmica.

TAMBORIM: è un tamburello privo di piattelli il cui suono è secco ed acuto. Serve per frasi ritmiche, punteggiando e rivitalizzando le tracce musicali.

CHOCALHO: è un insieme di piccoli piattelli montati in una rete di barre metalliche o tavole di legno. Il suono prodotto è ripetitivo ed acuto, andando a rinforzare l'accompagnamento offerto dalla caixa.

AGOGO: è un tipo di campana o campanula a due suoni (a volte tre o quattro, fino anche a cinque). Svolge una funzione intermedia fra la ritmica e la melodia.

CUICA: è un tipo di tamburo speciale, poichè ha un bastone o una striscia di cuoio fissata al centro della membrana o pelle. Il bastone sfregato con una spugna umida trasmette le vibrazioni alla pelle e produce un suono rauco. I suoni prodotti ricordano le gride dei macachi. La cuíca è utilizzata per formare una sorta di canto ritmico.

APITO: è un fischietto ad uno o tre suoni. Permette al direttore della bateria di richiamare l'attenzione dei musicisti e dirigerli tramite segnali convenzionali.

Sottogeneri

 

Brasile