Chi Siamo
Vai alla Home Page
Repertorio
Photo Album
Libro degli Ospiti
Contatti
Links

De que callada manera

(Medley di Canciòn, 1975 e No me llores mas, 1970)
Nicolàs Guillèn, Pablo Milanes / Willie Colon

De qué callada manera
se me adentra usted sonriendo
como si fuera la primavera
yo muriendo.
Y de que modo sutil
me derramó en la camisa
todas las flores de abril

Quien le dijo que yo era
risa siempre nunca llanto
como si fuera la primavera
no soy tanto.
En cambio que espiritual
que usted me brinde una rosa
de su rosal principal.

De que callada manera
se me adentra usted sonriendo
como si fuera la primavera
yo muriendo, yo muriendo.

No quiero que nadie llores
Si yo me muero mañana
Señores no traigan flores
Para mi o quiero nada

Si yo me muero mañana
Mañana por la mañana
No quiero que nadie llores
No quiero que digan nada tu vè

No me llores mas, no me llores

Alcune notizie sul brano...

Il brano è un medley e fa parte della colonna sonora del film Puerto Escondido di Gabriele Salvatores (1992) con Diego Abatantuono, Claudio Bisio e Valeria Golino. Il brano viene eseguito per l'occasione da Mayca col suo gruppo El Son y la Rumba. Il gruppo è originario proprio di Puerto Escondido in Messico e compare anche nel film, dove appare come gruppo musicale in alcuni locali eseguendo altri 7 brani. El Son y la Rumba è anche il nome di un locale di Puerto Escondido di cui Mayca è la proprietaria.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il testo può essere tradotto così:

In che maniera silenziosa
Tu entri in me sorridendo
Come se fosse primavera
Io sto morendo

E in che modo sottile cospargo la camicia
Tutti i fiori di aprile
Chi le ha detto che io ero
Sorrisi e niente pianto

Come se fosse primavera non sono tanto
In cambio di spiritualità
Dovrai offrirmi una rosa
Del tuo roseto più bello

In che maniera silenziosa
Se tu entri in me sorridendo
Come se fosse primavera
Io sto morendo, io sto morendo


Biografia di
Nicolàs Guillèn

Nicolás Cristobal Guillén Batista (Camagüey, Cuba 10 luglio 1902L'Avana, 16 luglio 1989) è stato uno scrittore cubano. Studiò legge all'Università de L'Avana, ma rinunciò alla carriera legale per lavorare come tipografo e giornalista. Nel 1936 venne arrestato insieme ad altri editori del giornale Mediodía, e a causa della repressione politica conobbe il carcere. L'anno seguente andò in Spagna dove partecipò alla guerra civile spagnola e a contatto con i combattenti repubblicani, aderì al Partito comunista. Tornato in patria passando per Guadalupe partecipò alle elezioni locali come candidato comunista nel 1940. Malgrado gli Stati Uniti d'America gli negarono il visto d'ingresso, ebbe modo di visitare il Sud America, l'Europa e l'Asia e viaggiò per quasi 20 anni. Nel 1953 il regime di Batista decise di impedirgli la possibilità di far ritorno sull'isola e fino al 1958 Guillén visse in esilio, soprattutto a Parigi. Tornato all'Avana, accolto da Fidel Castro dopo la vittoria della Rivoluzione e la caduta di Batista, fu eletto nel 1961 presidente dell'Unione nazionale degli scrittori di Cuba. Scrisse alcuni testi evocativi e pregnanti che sottolineavano la condizione sociale, quali Problemas de Subdesarrollo e Dos Niños. Nel 1954 fu insignito del Premio Stalin per la pace successivamente rinominato Premio Lenin durante la destalinizzazione. Fu insignito inoltre del Premio Botev nel 1976. Meticcio e figlio di uno schiavo, nella propria produzione letteraria Guillén ha affrontato importanti temi sociali come la condizione dei neri, la loro oppressione e speranza di riscatto. Già all'epoca di Gustavo Machado scriveva il dramma dello sfruttamento dei macheteros nelle piantagioni di canna da zucchero. Caratteristica peculiare dei suoi versi è l'utilizzo di espressioni onomatopeiche (come Sóngoro Cosongo e Mayombe-bombe) che evocano il suono dei tamburi e i ritmi del son. Sua fonte di ispirazione stilistica, infatti, sono tanto i classici europei quanto i canti popolari delle Antille. Fu Nicolas Guillén che si riferì per primo a Cuba definendola "lunga lucertola verde con gli occhi d'acqua e di pietra", creando così il felice accostamento tra l'immagine del coccodrillo e la forma dell'isola che ancor oggi viene utilizzato. Fu il primo vincitore del Premio Nacional de Leteratura de Cuba nel 1983. Nicolás Guillén è morto il 16 luglio 1989 all'età di 87 anni ed è stato sepolto nel Cemeterio Colon a L'Avana.

 

 

 

 

Biografia di
Pablo Milanes

Pablo Milanés Arias è nato a Bayamo, capoluogo della provincia di Granma, Cuba il 24 febbraio 1943. Studia musica al conservatorio municipale di L'Avana. Inizialmente è influenzato dalla musica tradizionale cubana e dal feeling, uno stile che si era diffuso a partire dagli anni quaranta e che arricchiva la chitarra dei trobadores con sonorità jazzistiche. I suoi primi lavori nascono dalla collaborazione con il quartetto Los Bucaneros, con cui suona fino al 1966, esibendosi allo stesso tempo anche come solista. Nel 1965 pubblica Mis 22 años, che segna l'evoluzione dal feeling verso la Nueva Troba Cubana, inserendo nuovi elementi musicali e vocali che caratterizzeranno la musica cubana successiva. Nel 1967 parte per il servizio militare: è il periodo della guerra del Vietnam, e Milanés inizia ad impegnarsi per le cause sociali e ad inserire nei propri testi la preoccupazione per ciò che lo circonda. Nel 1968 suona per la prima volta con Silvio Rodríguez alla Casa de Las Américas. Il concerto anticipa quello che nel 1972 si svilupperà nel movimento musicale popolare della Nueva Troba. Nello stesso luogo Milanés conosce gli esponenti della élite culturale e musicale di altri paesi latinoamericani, con cui condivide le proprie preoccupazioni sociali. In quell'epoca, passano per la Casa de Las Américas tra gli altri Violeta Parra, Mercedes Sosa, Daniel Viglietti, Chico Buarque, Simone Bittencourt, Vinícius de Moraes, Milton Nascimento, Víctor Jara, Víctor Víctor. Milanés compone anche vari temi per il cinema e collabora insieme ad altri famosi musicisti cubani, compreso Silvio Rodríguez, ad un progetto per la formazione musicale dei giovani talenti cinematografici (il laboratorio GESICAIC). Tale esperienza, che formerà una generazione di cineasti in grado di unire alla perfezione musica e immagini, impegna Milanés dalla fine degli anni '60 a metà dei settanta, e si accompagna alla produzione di brani di successo come Yo no te pido, Los años mozos, Cuba va, Hoy la vi, Yolanda, No me pidas, Los caminos, Pobre del cantor, Hombre que vas creciendo o Yo pisaré las calles nuevamente. All'inizio degli anni ottanta, Pablo Milanés forma un proprio gruppo, con la collaborazione di vari artisti del GESICAIC, ed esplora una notevole varietà di generi musicali, mentre i testi conservano contenuti fortemente sociali. È di questo periodo l'importante album Querido Pablo, un disco-tributo cui partecipano tra gli altri artisti come Víctor Manuel, Ana Belén, Luis Eduardo Aute e Mercedes Sosa. Il disco avrà un seguito venti anni più tardi con Pablo Querido (2001), che vedrà la collaborazione anche di artisti pop come Fher dei Maná e Armando Manzanero. Nel 1994 ha ricevuto il Premio Tenco. Per l'occasione il Club Tenco ha presentato sul mercato italiano il disco Omaggio con traduzioni italiane di sue canzoni interpretate da Cristiano De André, Rossana Casale-Grazia Di Michele-Tosca, Roberto Vecchioni, Eugenio Finardi, Yo Yo Mundi, Pierangelo Bertoli, Enzo Gragnaniello, Mimmo Locasciulli, Edoardo Bennato, Gino Paoli, Mau Mau. Nel 2005 compone parte della colonna sonora del film Siempre Habana di Ángel Peláez. Milanés si è sempre caratterizzato per la posizione di critica pubblica verso gli errori commessi nella conduzione della Rivoluzione Cubana, senza tuttavia disconoscere l'opera sociale che la Rivoluzione ha svolto per più di mezzo secolo. Nel corso del 2007, ha dato il proprio appoggio alla causa dell'indipendenza di Puerto Rico, aderendo al Proclama di Panama approvato all'unanimità dal Congresso Latinoamericano e Caraibico per l'Indipendenza di Porto Rico celebrato a Panama nel novembre 2006. Tra gli autori che hanno firmato l'appello ci sono Pablo Armando Fernández, Gabriel García Márquez, Ernesto Sábato, Eduardo Galeano, Thiago de Mello, Mario Benedetti e Frei Betto.

 

 

 

Biografia di
Willie Colon

 

William Anthony Colón è nato a South Bronx, New York il 28 Aprile 1950 da una famiglia di origine portoricana. Iniziò a studiare la tromba in tenera età, e successivamente passò al trombone ispirato dal sound di Mon Rivera e Barry Rogers. Trascorse alcune estati nella fattoria della sorella della nonna (La finca de Celín y Ramón) nei dintorni di Manatí, Puerto Rico sulla strada per Ciales, Puerto Rico. Firmò per la Fania Records a 15 anni ed incise il suo primo disco a 17, album che vendette oltre 300.000 copie. Il caso volle che il produttore principale della Fania fosse all'epoca Johnny Pacheco, che lo raccomandò a Héctor Lavoe. Colón è stato un attivista politico per i diritti civili e le comunità etniche sin dall'età di 16 anni. E' stato membro della Latino Commission on AIDS e della United Nations Immigrant Foundation, presidente della Arthur Schomburg Coalition for a Better New York, membro del Board of Directors of the Congressional Hispanic Caucus Institute. Nel 1995, Colón è divenuto il primo membro di una minoranza dell'American Society of Composers, Authors and Publishers (ASCAP) ed è attualmente membro dell'ASCAP FOUNDATION.
Oltre a suonare il trombone, ha lavorato come compositore, arrangiatore e cantante oltre che come produttore e direttore. Combinando gli elementi di jazz, rock e salsa, il suo lavoro incorpora i ritmi della musica tradizionale di Cuba, Puerto Rico, Brasile e di "quella terra natia ancestrale che è l'Africa", che rappresenta il flusso per lo più unidirezionale della diaspora da Puerto Rico a New York. "La sua vita e la sua musica si muovono avanti ed indietro fra la sua casa natale del Bronx e quella ancestrale a Puerto Rico, con punti di sosta più che casuali in altre zone dei Caraibi." Colón "fece della relazione fra la diaspora e la terra dei Caraibi il tema centrale del suo lavoro," particolarmente nel suo album natalizio del 1971, Asalto navideño. Le parole e la musica delle canzoni di questo album "esprimono la diaspora focalizzandosi sulla cultura dell'isola in maniera complessa, innamorata, ma al tempo stesso di sfida." Proseguì con numerose collaborazioni di successo con musicisti di salsa e cantanti quali Ismael Miranda, Celia Cruz e Soledad Bravo, ed il cantautore Rubén Blades. Sul suo sito web, Colón afferma di detenere il record di vendita di tutti i tempi del genere Salsa avendo creato 40 produzioni che hanno venduto oltre trenta milioni di dischi in tutto il mondo. Un tema globale significativo nella musica di Colón, che origina da differenti culture e parecchi diversi stili, è un'esplorazione delle associazioni in competizione che i portoricani hanno con la terra natale e gli Stati Uniti. Colón usa le sue canzoni per dipingere ed indagare il problema di coloro che vivono negli USA da portoricani, ed anche per sottolineare i contributi culturali che i portoricani possono offrire. Nel 2001, Willie Colón si è candidato come Public Advocate della città di New York, raccogliendo un numero rispettbile di voti (101.393) più di molti altri candidati cittadini. Nel Settembre 2004, Colón ha ricevuto il Grammy Award alla Carriera dalla Latin Academy of Recording Arts and Sciences. Nel corso della sua carriera ha collaborato con notevoli musicisti quali Fania All Stars, Héctor Lavoe, Rubén Blades, David Byrne e Celia Cruz. Siembra, il suo disco con Rubén Blades,è stato l'album che ha venduto maggiormente nel suo genere. Colón ha poi servito anche nell'Association of Hispanic Arts. In aggiunta al ruolo di professore esterno ed oltre ad avere ricevuto lauree ad honorem in musica e lettere in varie università, nel 1991, Colón ha ricevuto la Yale University's Chubb Fellowship. Nel 2006, Willie Colón viene interpretato dall'attore John Ortiz nel film di Marc Anthony El Cantante, con Jennifer Lopez. Il film parla della vita di Héctor Lavoe e copre la loro carriera iniziale come il principale duo di Salsa dagli anni '60 ai '70. Colón attualmente ricopre un incarico come rappresentante del sindaco di New York Michael Bloomberg nella Latin Media Entertainment Commission(in cui siedono anche Robert De Niro e Jennifer Lopez). Il 16 Aprile 2008, Colón ha annunciato la sua affiliazione alla senatrice Hillary Clinton nella sua campagna presidenziale. Colón ha anche recentemetne ubblicato due nuovi singoli, in promozione del suo nuovo album El Malo Vol II: Prisioneros del Mambo, "Amor de Internet" e "Corazón Partido." Il 25 Aprile 2010, Willie Colón è comparso al The National Mall for The Earth Day Climate Rally, insieme a Sting, John Legend, The Roots, Jimmy Cliff, Passion Pit, Bob Weir, Joss Stone, Robert Randolph, Patrick Stump, Mavis Staples, Booker T, Honor Society e Tao Rodriguez-Seeger. Il 7 Ottobre 2011, la Westchester Hispanic Law Enforcement Association ha riconosciuto a Colón il suo attivismo sociale e per il sostegno delle minoranze.

 

La copertina dell'album "Canta a Nicola Guillen" del 1975 in cui compare Cancion per la prima volta
La copertina dell'album "Cosa Nuestra" del 1970 in cui compare per la prima volta No me llores mas