Chi Siamo
Vai alla Home Page
Repertorio
Photo Album
Libro degli Ospiti
Contatti
Links

MPB

L'espressione deriva da Música Popular Brasileira, ed è un genere musicale brasiliano. L'MPB nasce a partire dal 1966, con la seconda generazione della Bossa Nova. In pratica, la sigla MPB annunciò la fusione di due movimenti musicali fino ad allora divergenti, la Bossa Nova e e l'impegno folcloristico dei Centros Populares de Cultura da União Nacional dos Estudantes, coi primi che difendevano la sofisticazione musicale ed i secondi la fedeltà alla musica delle radici brasiliane. I loro intenti si mescolarono e, a seguito del golpe del 1964, i due movimenti divennero un ampio fronte culturale contro il regime militare, adottando la sigla MPB nella propria bandiera di lotta. Come la Bossa Nova, l'MPB fu un tentativo di produrre una musica brasiliana "nazionale" che partisse dagli stili tradizionali. L'MPB ebbe un impatto considerevole negli anni '60, in gran parte grazie a vari festival di musica alla televisione. Il termine "música popular brasileira" era già usato all'inizio del secolo XX, senza per altro definire un movimento od un gruppo di artisti. Nel 1945, il libro "Música popular brasileira", di Oneyda Alvarenga, correla il termine a manifestazioni popolari come il bumba-meu-boi. Solo due decenni più tardi avrebbe assunto anche la sigla MPB e la concezione che oggi si ha del termine. La MPB è nata esattamente in un momento di declino della Bossa Nova, genere rinnovatore della musica brasiliana sorto nella seconda metà degli anni '50. Influenzato dal jazz nord-americano, la Bossa Nova diede nuovi marchi al samba tradizionale. Ma nella prima metà degli anni '60, la bossa nova aveva attraversato delle trasformazioni e, a partire da una nuova generazione di compositori, il movimento arrivò alla fine già nella seconda metà di quella decade. L'MPB, vagamente intesa come uno stile musicale, iniziò a metà degli anni '60, e l'acronimo veniva applicato a tipi di musica non elettrica, che sorgevano dopo l'inizio, lo sviluppo e l'evoluzione della bossa nova. Gli artisti ed il pubblico della MPB erano in grande parte legati agli studenti ed agli intellettuali, facendo sì che più tardi la MPB fosse conosciuta come "la musica dell'Università." L'inizio della MPB è frequentemente associato all'interpretazione di Elis Regina della canzone Arrastão, di Vinícius de Moraes ed Edu Lobo. Nel 1965, un mese dopo aver festeggiato il suo 20º compleanno, Elis comparve nella trasmissione nazionale del Festival de Música Popular Brasileira (TV Excelsior, Guarujá-SP) e cantò la canone, che fu poi lanciata come singolo, divenendo il più venduto nella storia della musica brasiliana dell'epoca, portando la cantante nel firmamento musicale. A partire da quel momento, si diffusero nuovi artisti, figli della Bossa Nova, come Geraldo Vandré, Taiguara, Edu Lobo e Chico Buarque de Hollanda, che sarebbero apparsi con frequenza nei festival di musica popolare. Di buon successo come artisti, questi avevano poco o quasi nulla a che fare con la bossa nova. Vincitori del II Festival de Música Popular Brasileira, (São Paulo, 1966), Disparada, di Geraldo, e A Banda, di Chico, possono essere considerati i marchi d'inizio di questa rottura e cambiamento dalla Bossa all'MPB. L'elemento più antico prestato dalla Bossa Nova all'MPB è la critica velata dell'ingiustizia sociale e della repressione governativa, molte volte basate su di un'opposizione di natura progressista alla scena politica caratterizzata dalla dittatura militare, la concentrazione della proprietà terriera, e l'imperialismo. Il cambiamento all'interno della MPB fu il movimento artistico di breve durata, ma influente, conosciuto come Tropicália. In seguito, l'MPB passò ad abbracciare altri mix di ritmi come il rock, il soul ed il samba (dando origine ad uno stile noto come samba-rock), insieme alla musica pop, con artisti famosi come Gilberto Gil, Chico Buarque ed altri ed alla fine degli anni '90 la mescolanza della musica latina influenzata dal reggae ed il samba, dando origine ad un genere conosciuto come Samba reggae. Molti degli album nella top 100 dei migliori album brasiliani nella classifica Rolling Stone Brasil possono essere inquadrati nel genere dell'MPB.

Le figure ritmiche

La struttura tipica

 

Gli strumenti

Chitarra, atabaque (conga), pandeiro

Sottogeneri

Tropicàlia o tropicalismo

Samba-rock:

Iê-Iê-Iê: denominazione del rock'n'roll brasiliano degli anni '60. Il termine sorse a partire dall'espressione yeah, yeah, yeah, presente in alcune delle canzoni dei Beatles, come She Loves You, per esempio, lo stesso si verificò in Portogallo dove il rock era chiamato ié-ié (o grafie simili come ye-ye), ed in Francia dove il pop rock locale nato a metà degli anni '50 ricevette il nome di Yé-yé. La differenza fra lo iê-iê-iê e la MPB tradizionale era che negli accompagnamenti delle canzoni c'erano sempre delle chitarre elettriche che sostituivano quelle acustiche. Successivamente venne introdotto l'organo elettronico, al posto del piano. Il rock iniziò a dominare lo iê-iê-iê a partire da gruppi che si presentavano al programma Jovem Guarda della TV Record, nnegli anni dal 1965 al 1968. I presentatori erano il principiante, ma già famoso Roberto Carlos, detto "Brasa" e poi "Rei da Jovem Guarda", Erasmo Carlos, detto "Tremendão", e Wanderléa, detta "Ternurinha". Il cast del programma era composto da band di rock brasiliane, come Renato e Seus Blue Caps, Golden Boys, Os Vips, Trio Esperança, Pholias, The Fevers, The Jordans, Os Incríveis, The Jet Blacks, The Brazilian Bitles, e cananti come Martinha, Jerry Adriani, Leno e Lílian, Vanusa, Kátia Cilene, Waldirene, Enza Flori, Wanderley Cardoso, Demétrius, Ronnie Von, Deny e Dino, fra i molti altri. Per lungo tempo, il programma è stato il leader in termini di audience giovanile della domenica pomeriggio, come dice il testo della canzone Jovens Tardes de Domingo, di Roberto Carlos. Ma, a partire dalla fine del 1967, l'audience iniziò a calare, probabilmente per la sovraesposizione degli artisti che comparivano in tutti i programmi per ottenere una remunerazione maggiore. La diffusione del rock fece sì che gli artisti che si presentavano al programma venissero deprezati, accusati di americanizzazione, da una parte del pubblico che preferiva le canzoni dei festival e poi della Tropicália. Fra gli artisti non vi erano problemi, Roberto Carlos e Caetano Veloso cantavano l'uno le canzoni dell'altro ed Elis Regina incise brani di Erasmo Carlos. Ma questo non fu sufficiente per evitare la fine del programma. Il 17 Gennaio 1968, Roberto Carlos abbandonò la conduzione del programma lasciandola a Erasmo Carlos e Wanderléa. Il cantante, oltre ad aver compreso che la fine era vicina, era in una fase di transizione, lasciando il rock per la black music (soul/funky). Alcune settimane più tardi il programma Jovem Guarda andò in onda per l'ultima volta.

Brasile